Notice: Tema senza header.php è deprecata dalla versione 3.0 senza alcuna alternativa disponibile. Includere un template header.php nel proprio tema. in /web/htdocs/www.beneberithroma.org/home/wp-includes/functions.php on line 3566 UNA TELEFONATA DA ISRAELE - shabat shalom - Benè Berith Roma Benè Berith Roma

UNA TELEFONATA DA ISRAELE – shabat shalom

IMG-20140724-WA0011

IMG-20140724-WA0011Ieri mattina di buon’ora ricevo la telefonata di un mio amico fraterno,una delle persone più rette e più giuste che io conosca, da Israele, esattamente da Raanana. La cosa mi sorprende un po perchè generalmente in quel momento siamo entrambi in sinagoga,io a Roma e lui  vicino casa sua e siamo entrambi indaffarati.In genere ci sentiamo in orari più comodi.Ci salutiamo e lui con trepidazione mi chiede “come state?” ed io di rimando,vista la situazione rispondo quasi di getto “come state voi!”. Lo sento ridere e dirmi “guarda che noi qui in Israele siamo preoccupati per come state voi li a Roma,a Milano,a Parigi,a Londra,a Budapest,a Zurigo etc.etc.” e da li comincia a raccontarmi del momento “straordinario” che sta vivendo Israele, dell’unità e dell’armonia che regna nel paese, della fila agli ospedali della gente comune per andare a trovare i soldati feriti e portare loro conforto, dei viaggi da ogni parte del paese intrapresi da intere famiglie che portano al sud, al confine con la Striscia,cibi e generi di prima necessità a quei ragazzi in divisa che li stanno difendendo in queste ore.

Mi racconta del funerale di Sean Carmeli z”l, un ragazzo che a 17 anni dal Texas aveva fatto l’aliah, il viaggio che porta un ebreo a fare ritorno in Terra di Israele per stabilirsi li definitivamente, da solo, senza la famiglia ed ucciso in azione dai terroristi di Hamas e che a quel funerale erano in 30.000, persone che non conoscevano Sean ma che in Sean avevano “adottato” ormai un figlio in più, un nipote, un fratello, un amico seppur sconosciuto. Non posso nascondere che mentre questo mio amico parlava, con molta discrezione, le lacrime mi solcavano  il viso in un misto di commozione e sollievo, consapevole che la forza di Israele e dell’intero popolo ebraico è proprio in quei racconti che mi stava facendo. Chiudiamo la telefonata con una raccomandazione da parte sua: racconta a tutti la verità, racconta che Israele questa guerra la sta vincendo, nonostante le difficoltà, nonostante il dramma e la frustrazione derivati, purtroppo, dalla episodica impossibilità di coinvolgere vittime civili,utilizzate da Hamas come scudi umani e la sta vincendo con la propria eticità,con la propria compattezza ed unione di intenti, la stessa che, tranne qualche rarissima eccezione, sta dimostrando il mondo ebraico internazionale e la stessa che stanno dimostrando le tante forze politiche e di pensiero “neutrali”, che mai come questa volta stanno comprendendo la giustezza delle sue ragioni.

Shabat shalom.

Ruben Della Rocca

© 2014 Benè Berith - All rights reserved.

Login utente
Credits
Notice: Undefined variable: htmlSubEventi in /web/htdocs/www.beneberithroma.org/home/wp-content/plugins/isayweb/isayweb.php on line 133 Notice: Undefined variable: bannerbenerith in /web/htdocs/www.beneberithroma.org/home/wp-content/plugins/isayweb/isayweb.php on line 134