Notice: Tema senza header.php è deprecata dalla versione 3.0 senza alcuna alternativa disponibile. Includere un template header.php nel proprio tema. in /web/htdocs/www.beneberithroma.org/home/wp-includes/functions.php on line 3516 I nemici del popolo ebraico - Benè Berith Roma Benè Berith Roma

I nemici del popolo ebraico

Sin dai tempi della Bibbia esistono due tipi di nemici del Popolo Ebraico che nutrono un odio eterno nei suoi confronti e che non cambia con il passare dei secoli.
Sono situazioni a volte anche in conflitto tra di loro, ma che hanno la stessa finalità.
Il primo è un antisemita rozzo e scomposto, che cerca di intimidire gli ebrei, che non vuole che piantino radici nello stato in cui vivono, perchè può essere “pericoloso” che un ebreo raggiunga dei posti importanti nei punti vitali dello stato.

A questo tipo di antisemita non importa neanche se gli ebrei si trovano in quella nazione anche in modo solo transitorio per raggiungere Eretz Israel. Deve colpire gli ebrei con un pogrom o con l’inquisizione o con la cacciata……L’importante è colpire.
Si tratta quindi di un nemico fisico.

Esiste l’altro tipo di nemico che non ha paura dell’ebreo per il potere politico o economico, ma per quello che rappresenta la sua identità morale e spirituale.
Per questo nemico l’ebreo rappresenta un pericolo per i valori che può trasmettere, ma va combattuto in un modo che deve sembrare “politicamente corretto”. Quindi si presenta a volte con dei grandi abbracci e doni, cerca di sedurre gli elementi più deboli, quelli che non hanno una forte e delineata  identità ebraica, cercando di fargli capire come gli antichi insegnamenti siano “superati ed obsoleti”.

Questo nemico è più pericoloso del primo, perchè trova come alleato l’ebreo stesso.

E la volontà è quella di distruggere il Popolo Ebraico non fisicamente, ma spiritualmente e intellettualmente.

I prototipi di questi nemici li abbiamo trovati nella Torah, nella parashah della scorsa settimana, dove Balaq rappresenta il nemico rozzo e Bilam quello più pericoloso, quello che conosce bene le debolezze del Popolo Ebraico e le usa come armi micidiali per la sua distruzione.

Il mio pensiero oggi va al Morè Nello Pavoncello , di cui ieri è stato l’anniversario della sua scomparsa e che nella sua preziosa attività formativa che ha svolto nella nostra comunità, ci ha dato tutti gli elementi per conoscere e combattere tutti e due i tipi di nemici.

Ed un pensiero particolare alle nostre sorelle e fratelli di Erezt Israel che stanno sostenendo una guerra di difesa per difendere anche tutti noi che ci troviamo in diaspora, ma anche i valori universali di democrazia e pluralismo.
Shabbath shalom

Sandro Di Castro

© 2014 Benè Berith - All rights reserved.

Login utente
Credits
Notice: Undefined variable: htmlSubEventi in /web/htdocs/www.beneberithroma.org/home/wp-content/plugins/isayweb/isayweb.php on line 133 Notice: Undefined variable: bannerbenerith in /web/htdocs/www.beneberithroma.org/home/wp-content/plugins/isayweb/isayweb.php on line 134